Sequestro in corso a Sperlonga da parte del Nipaaf di Latina insieme a colleghi della Stazione dei Carabinieri locale. A finire sotto chiave è la piattaforma ecologica sita in Valle Sica, di proprietà comunale ma gestita tramite appalto dalla ditta Servizi Industriali srl che cura la raccolta dei rifiuti del comune. L'isola ecologica viene sequestrata con provvedimento urgente del pm Spinelli in quanto da diversi mesi emanava odori nauseabondi e forti miasmi che impedivano ai residenti di condurre una vita normale . Numerosi gli esposti effettuati e raccolti dagli investigatori nell'indagine espletata con cui si lamentava la circostanza che gli abitanti erano costretti a modificare le proprie abitudini di vita per il disagio creato dal centro di stoccaggio preliminare, chiudendosi in casa con porte e finestre abbassate soprattutto in estate e accusando varie patologie riconducibili a miasmi. Indagato il titolare della ditta gestore per il reato di cui all'art.674 codice penale al suo posto il P.M. ha nominato un custode giudiziario che dovrà utilizzare il sito abbattendo gli odori e i rumori molesti