Il ricorso presentato dal legale che difende Vincenzo Malvaso è stato accolto. I giudici del Tribunale del Riesame di Latina hanno disposto il dissequestro dell'edificio di via Piave, finito sotto chiave nell'ambito di una inchiesta condotta dai carabinieri della Forestale e dal pubblico ministero Giuseppe Miliano per il reato di lottizzazione abusiva e che vede l'ex consigliere comunale di Forza Italia indagato insieme ad altre tre persone. I magistrati si sono pronunciati dunque in merito all'inchiesta, la terza in assoluto sempre riconducibile all'immobile di via Piave. I giudici del Tribunale Gian Luca Soana, Francesco Valentini e Silvia Artuso ancora non hanno depositato le motivazioni ma la decisione rappresenta per l'avvocato Renato Archidiacono, difensore dell'indagato un risultato significativo. Era stato il giudice per le indagini preliminari Mara Mattioli ad accogliere le risultanze investigative della Procura che aveva contestato il reato di lottizzazione abusiva alla luce di alcuni elementi che erano emersi in sede di indagine preliminare.