Quando gli agenti della polizia stradale lo hanno fermato sulla A1, all'altezza di Battifolle in provincia di Arezzo, hanno capito che qualcosa non quadrava e infatti i sospetti si sono rivelati puntualmente fondati. Al termine dell'operazione scattata nei giorni scorsi, gli investigatori hanno sequestrato 24mila litri di gasolio che era destinato alla piazza di Latina, è l'ipotesi degli investigatori confermata anche dai successivi accertamenti. E' bastato infatti dare un'occhiata al navigatore satellitare del mezzo che stava percorrendo l'autostrada in direzione sud per capire che tutta quella roba era destinata alla provincia di Latina. Il conducente del mezzo a quel punto, un giovane di origine polacca, è stato identificato e arrestato dalla polizia e l'operazione apre nuovi scenari sul mercato di carburante tra l'estero e l'Italia. Il gasolio era in 28 taniche. In base agli accertamenti della polizia stradale, l'autista quando è scattato il controllo ha mostrato una documentazione da cui emergeva che la merce era stata ritirata in Bulgaria e che trasportava dei liquidi per pulizia destinati a Malta. In realtà dai successivi controlli degli investigatori della Polstrada è emerso che l'autista del mezzo aveva caricato il gasolio in Germania e che avrebbe dovuto essere piazzato in un secondo momento a Latina. Il valore della nafta trasportata ammonta a 35mila euro