Tutelare la sicurezza e l'incolumità pubblica e privata e, anche se sulle carte non c'è scritto, garantire legalità. Sono queste le direttive su cui si è mosso il Comune di Nettuno, col commissario prefettizio Bruno Strati che ha chiesto al dirigente dell'Area tecnica di prendere provvedimenti rispetto a quanto accade all'interno dell'edificio ex Divina Provvidenza, in via Gramsci.

Da fine agosto, infatti, sono iniziati alcuni accertamenti e sopralluoghi all'interno dell'edificio - costruito alla fine del 1800 da Fra' Giovanni Battista Orsenigo - che, nella giornata di ieri, hanno portato l'ingegner Benedetto Sajeva a firmare un'ordinanza di sgombero a carico del centro anziani "Franco Romani" e delle associazioni che hanno occupato senza titolo la parte dello stabile lasciata libera un paio di anni fa dalla Asl Roma 6. Lo stesso commissario...