Sono ore drammatiche e concitatissime quelle che si stanno vivendo a Terracina. Squadre di soccorso giunte da tutti i comuni della provincia sono al lavoro ormai da ore per cercare di ristabilire una parvenza di normalità in città. Ma molte famiglie sono al momento impossibilitate nel rientrare a casa, chi perché ha visto gravemente danneggiata la propria abitazioni, molti altri a causa delle strade, praticamente tutte quante ostruite da alberi e calcinacci piovuti dalle case. 
Presso gli uffici comunali dell'ex tribunale in via Appia/via dei Volsci è stato allestito il centro operativo comunale per la gestione dell'emergenza. I numeri di telefono sono 0773 707812 e 0773 707813. La corrente elettrica verrà ripristinata nel più breve tempo possibile, ma ci vorrà ancora del tempo. Alcune raccomandazioni principali arrivano direttamente dalla nota del sindaco sul proprio profilo: "Non uscite di casa, né in macchina e né a piedi, soprattutto per fare i turisti, perché rischiate che vi cadano addosso le macerie pericolanti. A chi non potrà dormire all'interno delle abitazioni danneggiate, sarà trovata una nuova sistemazione.  Basterà chiamare i numeri dell'emergenza. Per chi abita nei pressi delle zone colpite, può lasciare l'auto nel piazzale Stella Polare, che verrà presidiato dalla polizia municipale. Si chiede di chiamare i vigili del fuoco solo se la situazione è di estrema gravità.  Infine scusatemi se non posso rispondere alle vostre esigenze via Facebook, ma in questo momento devo coordinare le operazioni. A più tardi per aggiornamenti. Forza gente mia, forza Terracina". Intanto si ha un numero preciso del bilancio drammatico della tromba d'aria: oltre alla vittima si parla di 6 feriti di cui 4 codici verdi e 2 gialli.

Si chiama Nunzio Cervoni di 57 anni la vittima accertata nel dramma di Terracina di questo pomeriggio. Secondo le prime ricostruzioni, l'uomo sarebbe stato colpito in pieno da un albero mentre era a bordo della sua automobile insieme al suo datore di lavoro, un 64enne rimasto anche lui ferito gravemente. Quest'ultimo è il proprietario di uno dei take away di pesce della città dove la vittima lavorava ormai da anni come cameriere. Inutili i soccorsi del personale dei vigili del fuoco e del 118 giunti tempestivamente sul posto dopo le segnalazioni di diversi cittadini che hanno assistito al dramma subito dopo il passaggio della tromba d'aria che intorno alle 16.30 ha letteralmente spazzato via Terracina. Seguiranno comunque aggiornamenti costanti su una situazione apocalittica e in continua evoluzione. Nella stessa zona, quella di viale della Vittoria, si è registrato un altro ferito gravissimo, anche lui colpito da un alberto mentre era a bordo della sua automobile. 

di: Gianpiero Terenzi

C'è una vittima accertata e due feriti gravissimi a Terracina, nella zona di viale della Vittoria, tra quelle maggiormente colpite dalla tromba d'aria arrivata dal mare che ha letteralmente spazzato via la città alle 16.30 circa di oggi. Ma si teme per il peggio. Stando alle testimonianze che giungono dal luogo dell'apocalisse, ci potrebbero essere altre brutte notizie. Si teme il peggio per alcune persone schiacciate nelle proprie  auto dalla caduta dei pini secolari, praticamente tutti spazzati via.  Intanto il sindaco Procaccini ha emesso ordinanza per la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado e di tutti gli edifici comunali. Intanto diverse squadre giunte da tutta la provincia sono al lavoro per cercare di intervenire nei diversi punti della città e dei dintorni colpiti dal dramma. Si chiede la massima attenzione a circolare per strada a piedi visto che ci sono ancora diversi cornicioni pericolanti. Anche molte case sono state infatti spazzate via dal vento.  Le forze dell'ordine invitano tutti i cittadini a NON USCIRE di casa e non impegnare le vie critiche per non compromettere le attività di soccorso.
Per qualsiasi emergenza chiamare il 0773 707812.

di: La Redazione

Ci sono delle vittime a Terracina. E' questo quanto riportato dai primi soccorsi arrivati in città dopo la violenta tromba d'aria che ha messo letteralmente in ginocchio tutto il centro storico e la zona del lido. Ancora difficile avere un bilancio più preciso, visto che sono parecchie le chiamate arrivate al 118 e al 115. Ma si parla già di alcuni morti e numerosi feriti. Lo stato di calamità ha naturalmente richiamato l'attenzione da tutta la provincia da dove stanno arrivando i soccorsi. Al momento le vie di collegamento con Terracina, in particolare l'Appia, risultano bloccate per la caduta di alberi e pali. L'invito delle forze dell'ordine è di non mettersi in strada se non per emergenze. 

di: La Redazione

Città in ginocchio. Scene apocalittiche. Foto e video sui social a testimoniare una devastazione senza precedenti. Il maltempo, soprattutto con le sue violente raffiche di vento, sta letteralmente scoperchiando molte zone all'ombra del Tempio di Giove. Una situazione di grandissima emergenza. Il centralissimo Viale della Vittoria e la sua piazza Mazzini sembrano un teatro di guerra a causa degli alberi caduti su auto e strutture. Proprio in questi minuti è stato danneggiato dalla furia degli elementi anche l'ufficio postale centrale. 

La tromba d'aria venuta dal mare ha letteralmente travolto anche la zona alta della città. Danni ingenti alle vetrate  del Comune di Terracina e il museo della bonifica. Macchine distrutte, calcinacci ovunque e tetti divelti. 

di: Alessandro Marangon