Disagi limitati - ma comunque avvertiti - in centro, problemi maggiori in periferia.

Così è stata contrassegnata la giornata di ieri (4 novembre 2018) ad Anzio e Nettuno, i due Comuni del litorale romano interessati da un temporale che, in maniera costante, ha "scaricato" acqua sul territorio dalle quattro di notte fino alle undici del mattino.

Vigili del fuoco, protezione civile dell'associazione "Nettuno" e polizia locale sono stati impegnati per tutta la giornata al fine di affrontare delle criticità spesso importanti.

Ad Anzio, per esempio, i volontari e i soccorritori sono intervenuti in via Poli, dove la strada si era completamente allagata: in più, l'acqua era entrata all'interno dei locali di una casa per anziani della zona. Sempre ad Anzio, in via del Cinema, la protezione civile è intervenuta in soccorso di una famiglia che ha vissuto l'allagamento della propria abitazione e ha messo in salvo gli automobilisti rimasti in panne.

A Nettuno, invece, in ausilio del 118, i volontari hanno collaborato nella rimozione di una vettura finita in un fossato lungo la Provinciale Padiglione-Acciarella, nel tratto che costeggia la pineta della Campana. Poi, nel tratto Tre Cancelli - Piscina, sono stati messi in salvo alcuni cani che rischiavano di annegare. In via Pisoniano, i volontari dell'associazione "Nettuno" sono intervenuti per l'allagamento di un'abitazione, mentre in via dello Scopone sono state effettuate delle verifiche per gli allagamenti generalizzati. Stessi controlli anche nei fossi più grandi, con particolare attenzione al Loricina, mentre in via Avezzano un piccolo canale è esondato, con diverse case che hanno subito importanti allagamenti. A soccorrere le famiglie in difficoltà ci hanno pensato i vigili del fuoco, coadiuvati dalla protezione civile nettunese e dalla polizia locale.