Furto in concorso. Questa l'ipotesi di reato per cui sono state denunciate due donne - una 38enne italiana di Nettuno e una 17enne d'origine bosniaca, cittadina rom domiciliata ad Aprilia - pizzicate dagli agenti della Squadra Volante del commissariato di Anzio e dalla titolare del negozio "Risparmio Casa" a rubare nel locale di via dei Frati.

Incuranti della presenza delle telecamere, le due donne avevano fatto incetta di prodotti cosmetici, shampoo e creme di bellezza fra gli scaffali del locale di via dei Frati, andando verso la cassa. A tradirle è stato il suono del sistema di antitaccheggio: la coppia, dunque, è stata bloccata dalla titolare del locale in attesa dell'arrivo dei poliziotti.

Accompagnate in commissariato e raccolta la denuncia della titolare del locale (cui è stata poi restituita la refurtiva, ndr), le due donne sono state deferite alla Procura della Repubblica di Velletri (la 38enne) e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Roma (la 17enne).

Chiaramente, la giovanissima è stata poi riaffidata alla madre.