La sentenza è prevista o prima di Natale o con il nuovo anno. Questa mattina intanto a Perugia sarà il turno del collegio difensivo di alcuni imputati che cercheranno di scardinare l'impianto accusatorio per l'inchiesta dello scandalo dei fallimenti pilotati in Tribunale. L'udienza davanti al giudice Piercarlo Frabotta è alle battute finali: oggi parleranno i legali di alcuni degli imputati le arringhe andranno avanti poi il 23 novembre e infine anche il 14 dicembre quando non è escluso che si chiuda tutto anche se per la sentenza o la relativa decisione sul rinvio a giudizio o il proscioglimento ci vorrà ancora.  Il processo è alle battute finali dopo che nelle scorse settimane il pm Massimo Casucci aveva concluso ricostruendo le indagini della Squadra Mobile di Latina che avevano portato il 21 dicembre del 2015 all'emissione dei provvedimenti restrittivi firmati sia dal gip di Perugia che di Latina. La pubblica accusa aveva chiesto pene comprese tra i 4 e i due anni e sei mesi per gli imputati e in seconda battuta il rinvio a giudizio per gli imputati che non avevano scelto riti alternativi e poi il giudice dovrà decidere anche sulle richieste di patteggiamento presentate da alcuni imputati.