Attimi di paura, nel primo pomeriggio di oggi (16 novembre 2018), a Nettuno, in via Santa Barbara.

In particolare, poco dopo l'ora di pranzo, alcuni residenti della zona avevano segnalato un forte odore di gas provenire dalla palazzina che si trova al civico 166. Di conseguenza, sono subito intervenuti i vigili del fuoco, che hanno iniziato a cercare quale fosse l'appartamento dove potesse esserci un problema: si trattava di una casa al primo piano, fronte strada, sul cui balcone c'era un cartello "vendesi" che pare sia apparso, a quanto appreso in zona, questa mattina stessa.

Non ottenendo risposta, i pompieri sono entrati da una finestra, salendo con la scala e tagliando le grate. All'interno (erano le 14.45 circa), la sorpresa non proprio gradita: l'ambiente era saturo di gas e c'erano due stufe, in altrettanti ambienti della casa, la cui accensione era programmata alle 15.

Di conseguenza, oltre ad aprire le finestre, è stata immediatamente staccata la corrente elettrica per evitare che, con l'accensione delle stufe, l'appartamento potesse esplodere, con conseguenze nefaste per tutta la zona.Contemporaneamente, sono stati chiamati i carabinieri per le indagini di rito e la polizia locale per la chiusura della strada.

A quanto pare, a causare la fuga di gas (con il contatore sigillato dai tecnici competenti nel giro di poco tempo) sarebbero stati i tubi dell'impianto dell'abitazione tagliati.

Di conseguenza, in queste ore si sta cercando il proprietario dell'appartamento, anche in virtù del fatto che pare che nessuna zona delle casa abbia segni di effrazione.