Anche il Comune di Prossedi si aggiunge alla lista degli enti che nel Lazio hanno inoltrato la richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità naturale alla Regione Lazio in seguito ai danni subiti per il maltempo.

Nell'apposita delibera approntata dall'amministrazione guidata dal sindaco Angelo Pincivero, infatti, si legge che nei giorni 28, 29, 30 ottobre e 1 e 2 novembre 2018, l'intero territorio comunale è stato interessato da eventi atmosferici di straordinaria portata, con improvvise ‘bombe d'acqua' e forti raffiche di vento che hanno provocato ingenti danni a proprietà pubbliche e private, in particolare con alberi e recinzioni sradicati, tegole divelte, ingenti danni all'agricoltura e in particolare alle coltivazioni locali. Proprio per questo motivo, ossia per avere dei fondi utili a riparare a danni subiti, la Giunta composta nell'occasione dallo stesso sindaco e dal suo vice, Riccardo Reatini, ha varato la richiesta di riconoscimento della calamità che permetterà ai Comuni di attingere ai fondi che il governo centrale metterà a disposizione per far fronte all'emergenza.