Compariranno in aula il prossimo 20 marzo. E' la decisione del Gup di Latina che ieri ha disposto il rinvio a giudizio per Mario e Giacomo Stradaioli. Padre e figlio, titolari di una delle più note aziende apriliane, dovranno rispondere della morte di Agostino Ficorella, 58 anni, avvenuta nel giugno del 2016. La vittima rimase schiacciata sotto al cancello della ditta che si trova lungo la via Pontina. Rimase sotto il pesante ammasso di metallo per ore, ma probabilmente morì in pochi istanti soffocato. Il cancello per cause che saranno oggetto del dibattimento, uscì dalle guide e il sistema di sicurezza o era assente o non funzionò a dovere