Nuova appendice nell'inchiesta Telonai. Dopo che i giudici del Riesame hanno depositato le motivazioni del provvedimento emesso nelle scorse settimane quando avevano annullato l'ordinanza di custodia cautelare, la Procura ha impugnato la decisione dei giudici e ha presentato ricorso davanti ai giudici della Corte di Cassazione. Il ragionamento del Riesame aveva puntato su alcuni elementi che adesso il pm contesta: quello scoperto nel corso dell'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza non era un patto corruttivo e non c'erano condizionamenti in merito ai reati contestati che sono quelli di corruzione e turbativa d'asta. L'inchiesta era stata coordinata dai pm Giuseppe Bontempo e Luigia Spinelli e il provvedimento restrittivo eseguito lo scorso settembre aveva portato all'arresto di sei persone che poi erano state rimesse tutte in libertà. Tra i reati ipotizzati anche la turbativa d'asta.