La polizia nel corso della consueta attività di prevenzione e controllo del territorio, questa notte alle ore 2,30 circa,  in via Emanuele Filiberto, notava una persona già nota alle forze dell'ordine, che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta. L'uomo, nonostante un breve quanto vano tentativo di sottrarsi ai controlli, è stato fermato e, alla richiesta di esibire i documenti di identità, assumeva un atteggiamento arrogante e provocatorio nei confronti dei poliziotti. Alla luce del comportamento e visti i suoi trascorsi giudiziari, si è ritenuto opportuno eseguire una perquisizione personale che dava esito positivo, in quanto nella tasca destra del giubbotto indossato, era celato un coltello a scatto molto pericoloso, sottoposto a sequestro.
Condotto in Questura non senza difficoltà, l'uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha cominciato ad agitarsi ancora di più ed a minacciare i poliziotti che lo avevano fermato inveendo contro di loro con frasi oltraggiose e minacce di morte" La persona fermata, identificata per M.C, romeno del 98, come disposto dal Pm di turno  De Luca, veniva tratta in arresto per il reato di resistenza  e minacce a pubblico ufficiale e porto abusivo di arma e trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del rito per direttissima.