Una soluzione ponte per evitare l'emergenza dopo l'incendio di questa mattina all'impianto Tmb del quartiere Salario di Roma. E ancora una volta la provincia pontina finisce per raccogliere i rifiuti della Capitale. In Regione Lazio si è svolta una riunione alla presenza anche del Comune capitolino e di Arpa Lazio, il cui esito dovrebbe essere il seguente: i rifiuti che venivano trattati dall'impianto di Ama (circa 700 tonnellate al giorno) saranno redistribuiti nei tre impianti Tmb che già servono la città, quello di Ama a Rocca Cencia, e i due presenti a Malagrotta, del Colari.  E poi sfruttare maggiormente i tre impianti che gia' adesso contribuiscono a colmare le carenze del ciclo di smaltimento cittadino: i Tmb di Aprilia, Viterbo e Frosinone.

Insomma per l'ennesima volta l'incapacità amministrativa di Roma nel gestire i propri rifiuti viene scaricata sulle province. E Aprilia paga il costo più grande.