È stato scarcerato Tommaso Rotunno, il 78enne di Fondi arrestato mesi fa per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Cocaina in particolare. Il giudice Pierpaolo Bortone ha accolto l'istanza dell'avvocato Giulio Mastrobattista, che assiste l'indagato. Tra gli elementi ritenuti «suscettibili di positiva valutazione», il tempo trascorso in carcere e lo sviluppo del procedimento penale a carico del 78enne. Il pubblico ministero ha infatti presentato una richiesta di giudizio immediato. A fronte del persistere dei presupposti applicativi della misura per quanto concerne i gravi indizi di colpevolezza, il giudice ha ritenuto attenuate le esigenze cautelari. Per questo motivo ha quindi stabilito idonea e sufficiente la misura cautelare degli arresti domiciliari. Misura alla quale, «per garantire le cautele minime indispensabili», è stato associato anche il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con persone diverse dai familiari e dall'avvocato difensore. Nei giorni scorsi, inoltre, l'anziano ha incassato un'assoluzione sempre dall'accusa di spaccio. I fatti risalgono al 2016 e i testimoni hanno escluso che sia stato Rotunno a cedere cocaina a due uomini di Monte San Biagio. Assolto, dunque, per non aver commesso il fatto.