A poche ore dall'inizio del nuovo anno, la polizia locale di Anzio - agli ordini del comandante Sergio Ierace - ha denunciato a vario titolo, per le ipotesi di reato di truffa, truffa in concorso e occupazione abusiva, tre persone.

In particolare, i fatti riguardano un alloggio popolare di via Bottego, che la regolare assegnataria - una donna italiana - aveva subaffittato in spregio alle leggi vigenti a una coppia di persone, sfruttandolo chiaramente sotto il profilo economico.

Di fatto, dunque, gli "affittuari" (che probabilmente, vista la natura del quartiere, potrebbero essere stati a conoscenza dell'irregolarità) erano degli occupanti senza titolo e, una volta messa a punto l'operazione, sono stati sgomberati dagli stessi agenti della Municipale.

La casa popolare è quindi tornata in possesso dell'ente e sarà assegnata alla prima persona in posizione utile nella graduatoria.