Tre spacciatori in manette questa notte a Latina, alle autolinee. Attorno alle 2 è scattato il blitz dei carabinieri che hanno sorpreso le tre persone in possesso di quasi un chilo di hascisc. I militari sono intervenuti presso il "centro autolinee" di in via San Carlo da Sezze, divenuto centro nevralgico di spaccio di sostanze stupefacenti, dove sempre più giovani, acquistano droghe da consumare e successivamente spacciare nei pressi e purtroppo di sovente anche all'interno di istituti d'istruzione.

I carabinieri hanno tratto in arresto in  flagranza di reato una donna, B.G. 26enne di origini Marocchine residente Priverno e due uomini, A.S.E 30enne di origini marocchine residente ad Anzio  e B.B. 30enne di origini tunisine, responsabili di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti". La donna B.G. e A.S.E., venivano sorpresi mentre  cedevano un panetto di "grammi 100 di hashish" al B.B. previo pagamento della somma in denaro di "190 euro". La successiva perquisizione  dell'autovettura in uso all'uomo e alla donna,  consentiva di rinvenire, occultati sotto il sedile anteriore lato guida, ulteriori  9 panetti  della stessa sostanza stupefacente  per un peso complessivo di grammi 900 unitamente ad euro 1.800 in contanti. La sostanza stupefacente e il contante sono stati sottoposti a sequestro.

Al termine delle operazioni di rito B.G. è stata associata presso la casa circondariale di Roma Rebibbia – femminile, mentre i due uomini sono stati condotti nel carcere di Latina, a disposizione della competente autorità giudiziaria.