La Procura di Latina ha chiesto il giudizio immediato per i sei imputati accusati di una serie di rapine avvenute nel capoluogo pontino e che risalgono al 2017. Erano stati sia gli agenti della Squadra Mobile di Latina che i carabinieri della Compagnia a fare luce sui presunti responsabili.  In aula davanti al Collegio penale del Tribunale si andrà il 10 marzo e inizierà il processo nei confronti di Manuel e Marco Ranieri e poi Cristian Caloroso, Simona Ruisi, Massimiliano Santachiara e Christian Santucci. Devono rispondere a vario titolo dei reati di rapina e poi estorsione, porto in luogo pubblico di armi e detenzione di sostanze stupefacenti. Nell'ordinanza di custodia cautelare che era stata eseguita da carabinieri e polizia sono contestati ad alcuni indagati delle rapine commesse in città. Tra cui quella del 29 luglio del 2017 in una sala slot di via del Lido a Latina e in quell'occasione in base a quanto contestato entrarono in azione Ranieri e Caloroso. Sono accusati invece della rapina del 12 ottobre in una sala slot di via Don Torello, sempre a Latina, Santachiara e Ruisi.
Nell'inchiesta è venuta alla luce anche l'occupazione di un appartamento dell'Ater di via Helsinki a Latina con un uomo che era stato minacciato. E poi come aveva spiegato nel corso di una conferenza stampa il Procuratore Carlo Lasperanza erano emersi due gruppi criminali composti in tutto da sette persone e poi dalle intercettazioni telefoniche era emerso anche che due indagati erano sul punto di rapinare una banca a Marino e in quel caso sia la mobile che i carabinieri avevano sventato l'assalto.
Nell'inchiesta era emersa anche un altro risvolto relativo all'introduzione in carcere di telefoni cellulari come aveva sottolineato proprio il Procuratore Aggiunto. E' successo quando il figlio di Ranieri è emerso che aveva un apparecchio per comunicare con l'esterno. Gli accertamenti poggiano le basi sia su intercettazioni telefoniche che ambientali e per quanto riguarda le rapine anche su alcune immagini degli impianti di videosorveglianza