Si andrà a scuola a turno all'istituto comprensivo Don Milani di via Cilea a Latina per far fronte alla rottura dell'impianto di riscaldamento, mentre gli istituti dei due dirigenti di Latina Bene Comune sono regolarmente al caldo. La Don Milani era già stata chiusa  prima delle vacanze natalizie a causa della rottura dell'impianto di riscaldamento le lezioni erano riprese regolarmente il 7 gennaio, ma i disagi non sono finiti e una parte della scuola è ancora al gelo. Per questo la dirigente scolastica Marina Palumbo ha comunicata in una circolare la sospensione delle attività didattiche e l'avvio della frequenza alternata per la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. «Si comunica all'utenza che, causa riparazione impianto di riscaldamento – scrive la dirigente - le aule non riscaldate sono state interdette all'uso da parte dell'Ufficio Tecnico del Comune di Latina. Pertanto, onde evitare di intraprendere turnazioni pomeridiane fino alle ore 21,00 o sospensione delle attività didattiche per tre giorni, si dispone la turnazione nelle aule riscaldate in maniera tale che gli alunni perdano solo 1 giorno di lezione e non tre». Dieci classi per volta salteranno dunque un giorno di scuola oggi, domani e venerdì 25 gennaio. «Ancora disagi per gli alunni dell'Istituto Don Milani e le loro famiglie – commenta il portavoce comunale di Fratelli d'Italia Gianluca Di Cocco - i problemi all'impianto di riscaldamento non sono stati risolti ne durante ne tantomeno dopo la fine delle vacanze di Natale. Aule gelide, termosifoni spenti e studenti "congelati". Oggi saranno creati disagi ad alunni, lavoratori e di riflesso ai genitori con le turnazioni. Subito dopo le festività era stato dichiarato che il problema alla Don Milani, come in altri istituti, sarebbe stato risolto a breve... invece? Meglio una brutta verità che tante piccole bugie».