E' momentaneamente sospeso, a Nettuno, lo sgombero dei locali della ex Divina Provvidenza sui quali grava un'ordinanza del Comune. Si tratta, lo ricordiamo, dei locali in cui svolgono le attività Antonio Rezza e Flavia Mastrella col loro Laboratorio teatrale, l'associazione Ibis, il Laboratorio di Ceramica Gatti - Silvestri, la banda "Angelo Castellani" (per la quale il Comune pare stia cercando una soluzione, così come fatto per il Centro Anziani, che ha già lasciato i locali, ndr), oltre alla casa canonica in cui vive il parroco di Santa Barbara.

Proprio lui, grazie a una controperizia presentata dal proprio legale al fine di stralciare l'abitazione parrocchiale dal provvedimento (visto che si trova in un altro corpo di fabbrica, ndr), ha portato a una sospensione dello sgombero, slittato dunque di qualche giorno al fine di valutare le carte pervenute ieri in Comune.

Stamattina, comunque, in tanti erano alla ex Divina Provvidenza per manifestare sostegno alle associazioni in odore di sgombero.

E per fare luce sulla situazione è intervenuto anche il consigliere regionale Gaia Pernarella, vice presidente della commissione Cultura della Pisana, che ha evidenziato l'intenzione di promuovere un dialogo col commissario Bruno Strati al fine di affrontare la situazione.