Decine e decine di lettere e poi anche bollette, notifiche, volantini pubblicitari. Di tutto di più. Nel cassonetto verde della spazzatura, oltre ad una busta di nylon nera e a diversi rifiuti c'era una montagna di carta. Se qualcuno in un primo momento aveva pensato ad un errore per la raccolta differenziata di qualche residente distratto, poi ha capito che quella invece era la corrispondenza in realtà mai consegnata che un portalettere infedele di una ditta privata ha pensato di abbandonare nel cassonetto. Aveva scelto un luogo lontano da occhi indiscreti pensando che nessuno si accorgesse di quello che aveva fatto e invece è stato scoperto nel giro di poco tempo.  E' successo ieri mattina in via Maina alla periferia di Latina, a poca distanza da Borgo Piave dove alcuni residenti della zona si sono insospettiti quando hanno fatto la scoperta e si sono accorti di qualcosa di strano. Quando sono andati a gettare la spazzatura, hanno notato le lettere con tutti gli intestatari e a quel punto hanno allertato il 113 della sala operativa della Questura, segnalando l'incredibile episodio.  La corrispondenza è stata recuperata e gli agenti della Squadra Volante hanno raccolto alcuni elementi per risalire al postino e una volta che hanno esaminato la corrispondenza sono riusciti a individuare all'autore del gesto che lavora per conto di una azienda privata, lo hanno identificato e denunciato a piede libero per violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza.