Un'ordinanza che non sarebbe mai stata notificata è alla base dell'accoglimento di un ricorso, presentato da due cittadini al Tar del Lazio al fine di riottenere il possesso di un immobile acquisito al patrimonio comunale e per il quale era stato richiesto il pagamento dell'indennità per danno da occupazione abusiva.

In particolare, parliamo di un edificio ritenuto abusivo, consistente in blocchetti di tufo, cemento prefabbricato e malta, grande circa 50 metri quadrati e altro pressoché tre metri, che all'epoca delle contestazioni del Comune presentava l'inizio della carpenteria in legno per la posa in opera del solaio di copertura.

I due cittadini - residenti...