È stato arrestato questa mattina, dagli agenti del commissariato di Polizia di Cisterna, classe 1987 - D.G.M. le sue iniziali - e condannato in via definitiva per reati contro il patrimonio commessi anche in provincia di Rieti.

L'uomo, nato a Roma, stava scontando la sua pena definitiva fruendo da pochi mesi dell'affidamento in prova, ma le indagini del Commissariato di Cisterna hanno appurato, che durante tale periodo, il 32enne non si presentava regolarmente al lavoro e soprattutto teneva comportamenti minacciosi, violenti e lesivi nei confronti della compagna, residente a Cisterna, ed anche nei confronti dei familiari della donna. Quest'ultima, inizialmente, aveva anche querelato l'uomo per tali comportamenti, ma poi ha ceduto alla speranza che il compagno, padre del loro figlio minore, potesse ancora cambiare vita. Grazie alla donna ed alla sua famiglia, l'arrestato aveva infatti trovato un lavoro da operaio in Cisterna.

A prescindere dalla querela, i fatti accertati nel corso delle indagini sono stati comunque tali da indurre il Magistrato di Sorveglianza a revocare l'affidamento concesso e la Procura di Rieti ha conseguentemente ordinato l'esecuzione dell'arresto dell'uomo che è stato quindi tradotto nel carcere di Latina .