Ha patteggiato la pena di tre anni e otto mesi di reclusione. E' questa la sentenza emessa dal Tribunale di Latina e dal giudice Giorgia Castriota nei confronti di Oskar Bertiè, il carrozziere di 47 anni di Borgo San Michele, arrestato lo scorso 6 agosto dopo che era stato trovato in possesso di hascisc, cocaina e poi anche marijuana. L'imputato era stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile nel corso di una mirata attività ed era stato trovato in possesso di 150 grammi di hascisc e poi 40 grammi di cocaina e quasi 300 di marijuana. In sede di interrogatorio il 47enne aveva sostenuto che si trovava in difficoltà economica. Ieri, difeso dall'avvocato Pierluigi Angeloni, ha deciso di patteggiare la pena. L'operazione condotta dai detective della Mobile aveva portato gli investigatori coordinati dal dirigente Carmine Mosca, a contestare la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'operazione era stata condotta anche con l'ausilio delle unità cinofile e la perquisizione aveva interessato oltre che l'abitazione dell'uomo anche la sua attività.