Malviventi in azione, la scorsa notte (16 febbraio 2019), nella sede di CasaPound Italia, a Pomezia.

In particolare, stando a quanto spiegato dal movimento politico, è stata divelta la serranda ed è stata spaccata la vetrata d'ingresso al locale. Subito dopo, però, gli ignoti malviventi si sono dati alla fuga.

Prima di fuggire, però, gli ignoti malviventi avrebbero portato via una ventina di euro custoditi in una cassettina. Sul posto, poco dopo l'accaduto, sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Pomezia che, coordinati dal capitano Luca Ciravegna, stanno ora conducendo le indagini. 

«Questa notte c'è stato un vile attacco contro la sede di CasaPound  - hanno spiegato, in una nota, dal movimento -. Siamo stati avvisati intorno alla mezzanotte dalle persone che vivono nella palazzina dove insiste la nostra sezione, avendo sentito forti rumori provenienti proprio dai locali commerciali sottostanti. Un vile attacco di matrice politica, generata da chi sa creare solo odio e cerca costantemente di distruggere il grande lavoro che CasaPound fa costantemente sul territorio da almeno due anni. Questo ci dà conferma e certezza che la direzione presa dal movimento nel sostenere 'Prima gli Italiani' sia quella giusta e ringraziamo a tutti i cittadini che da questa mattina ci chiamano dandoci affetto e sostegno perché questa è la nostra più grande forza».