È stato aggredito di nuovo domenica sera, sempre in via Emanuele Filiberto all'altezza dell'incrocio con via Marchiafava, il pusher tunisino di 40 anni vittima già di un tentato omicidio a colpi di bottiglie rotte e coltello giusto due mesi fa nello stesso luogo.

Questa volta sarebbe stato affrontato da tre romeni e colpito con un bastone alla testa, comunque senza riportare gravi conseguenze: soccorso da un'ambulanza del 118, ha rifiutato di essere trasportato in ospedale per le cure e gli accertamenti. A metà dicembre era stato aggredito invece da un algerino - arrestato la sera stessa dalla Polizia - che voleva costringerlo a spacciare per lui. Nel caso di domenica sera non è chiaro il movente dell'aggressione. Dopo la segnalazione alla centrale operativa del 113 sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante per gli accertamenti del caso