Era finito in manette e poi agli arresti domiciliari per una serie di comportamenti minacciosi e violenti di cui erano vittime i poveri genitori. Nelle scorse ore il 34enne apriliano è stato rintracciato e trasferito nel carcere di via Aspromonte a Latina dai carabinieri per aver ulteriormente minacciato padre e madre forse a causa delle pressanti richieste di denaro che non venivano esaudite. Inoltre per cercare di farsi dare soldi il 34enne era anche evaso dal domicilio in cui doveva restare recluso.