E' stato discusso a Roma nei giorni scorsi il ricorso presentato dall'avvocato Gullì, avverso l'arresto di Alessandro Riccio, 34 anni residente a Norma, sorpreso insieme ad altre due persone, tra cui una ragazza di 24 anni e una di 26 nella zona del centro Agora a Latina con mezzo chilo di stupefacenti, tra cui eroina. Dopo che l'arresto era stato convalidato, il legale dell'indagato ha impugnato la misura restrittiva firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina presentato un ricorso e chiedendo la revoca del provvedimento cautelare. Erano stati i carabinieri della Compagnia di Latina ad intervenire e a sequestrare la sostanza stupefacente.  L'operazione rientra nei servizi di controllo del territorio pontino da parte del personale del Nucleo operativo radiomobile che si è imbattuto in una utilitaria con tre giovani a bordo e che hanno destato diversi sospetti in viale Kennedy. Dopo che li hanno visti muoversi con atteggiamento sospetto in viale Kennedy, nel parcheggio del centro commerciale Agora, quando hanno deciso di iniziare con i controlli: addosso alla ragazza più giovane è stato ritrovato un involucro che conteneva cocaina per 5,6 grammi e un secondo che conteneva eroina dal peso di 6,5 grammi oltre a 180 euro di denaro contante. Infine sotto il sedile posteriore, dove sedeva il ragazzo, erano nascosti due pacchetti, entrambi pieni di eroina, uno del peso di 267 grammi, l'altro 219.