Arresto confermato e ritorno in libertà, in attesa della prossima udienza.

Si è concluso così, nella giornata di ieri, il processo per direttissima celebrato nelle aule del Tribunale di Velletri a carico della donna che risulta essere l'inquilina dell'appartamento distrutto dalle fiamme a Marina di Ardea nel pomeriggio di martedì.

L'avvocato della signora, infatti, ha chiesto e ottenuto i "termini a difesa", col giudice che ha rimesso in libertà la donna e ha fissato una nuova udienza del processo.

È stata arrestata per l'ipotesi di reato di incendio colposo la donna che risulta vivere nell'appartamento distrutto da un incendio ieri pomeriggio ad Ardea, fra via Catanzaro e via Bolzano. 

I carabinieri della Tenenza di Ardea e della Compagnia di Anzio, infatti, hanno scoperto che la donna aveva riempito il camino di legna, accendendo il fuoco e poi uscendo di casa, senza avvedersi del possibile pericolo.

Di conseguenza, è scattato l'arresto con conseguente traduzione al Tribunale di Velletri per il processo con rito direttissimo. 

di: Francesco Marzoli

Poco prima delle 17 di oggi, 26 febbraio 2019, nella zona di Marina di Ardea è stato registrato l'incendio di una abitazione. 

In particolare, i fatti si sono verificati in via Catanzaro, all'angolo con via Bolzano. A bruciare è stato l'appartamento posto al primo piano di una palazzina. 

Ad avvistare il rogo è stata una squadra del Nucleo operativo della protezione civile Airone. Di conseguenza, in attesa dell'arrivo dei vigili del fuoco da Pomezia, i volontari hanno iniziato a prestare i primi soccorsi. 

I pompieri, una volta sul posto, hanno domato le fiamme con un vasto spiegamento di forze.

Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri della Tenenza di Ardea. 

di: Francesco Marzoli