Si è concluso nelle scorse ore, al Tribunale di Velletri, il processo di primo grado - con rito abbreviato - a carico di Gabriele Maddonni, il 39enne di Nettuno che venne arrestato il 14 agosto 2018 per l'ipotesi di omicidio stradale della figlia Nicole, la bambina di otto anni che era in auto con lui la notte dell'11 agosto, quando si verificò un tremendo incidente in via dei Frati, alla periferia della città.

I giudici veliterni gli hanno inflitto una condanna - che potrà essere eventualmente impugnata in Appello dalla difesa dell'imputato una volta apprese le motivazioni della sentenza - a quattro anni e sei mesi, da scontare ai domiciliari. In aula, infatti, è stato deciso che l'uomo non potrà tornare in libertà in attesa di un eventuale processo d'appello.