I controlli ad ampio raggio degli autolavaggi a basso costo, spuntati in molti quartieri della città, hanno portato al sequestro dell'attività "Mr Pulito" di via degli Aurunci. I sigilli sono scattati ieri mattina a margine di un'ispezione condotta da Polizia Locale e Polizia Provinciale che ha fatto emergere una serie di irregolarità, quasi esclusivamente in materia ambientale.
Dopo l'apertura dei primi car wash gestiti da stranieri e dopo i primi sequestri, già diversi anni fa, è emersa l'esigenza di avviare una specifica campagna di controlli quando il fenomeno, più di recente, è letteralmente esploso con l'apertura di molti autolavaggi low cost, quasi tutti gestiti da giovani egiziani. Prima di tutto per accertare il rispetto delle norme, ma anche indirettamente per garantire la leale concorrenza tra le attività, visto che i tariffari più bassi rischiano di viziare gestioni meno accorte.
Ieri mattina con gli agenti del Nucleo di polizia giudiziaria edizilia della Locale, coordinata dal commissario Piva, e con gli agenti della Provinciale coordinati dal capitano Miraglia, sono intervenuti anche i tecnici di Arpa Lazio e Acqualatina. I primi hanno raccolto una serie di campioni per verificare il corretto smaltimento delle acque reflue, i secondi invece hanno appurato il funzionamento dell'impianto di approvvigionamento.