Ancora nessun volo in elicottero per via di neve e poca visibilità sul Nanga Parbat. Gli elicotteri sono rimasti a terra senza poter partire da Skardu, in Pakistan, per andare a cercare Daniele Nardi e Tom Ballard che ormai da sei giorni sono dispersi sulla montanga del Karakorum. Anche Reinhold Messner, che dopo tre giorni su Latina Oggi aveva annunciato di avere forti speranze che i due alpinisti fossero ancora vivi, ieri, a Radio 24 ha spiegato che ormai, dopo quasi una settimana, le speranze sono pari allo zero e che probabilmente la coppia di scalatori è stata sorpresa da una valanga.

Chi non si arrende, non può e non deve farlo, è la famiglia di Daniele così come la macchina dei soccorsi coordinata dal bergamasco Agostino Da Polenza. Il fratello di Nardi, Claudio, insieme a degli amici ha attivato una raccolta di soldi on line a questo indirizzo (clicca qui) (raccolti finora 1500 euro : questo il testo

Ciao a tutti,

siamo un gruppo di amici di Daniele. Lui è in ogni nostro cuore.

Daniele e Tom suo compagno di spedizione sono dispersi sul Nanga Parbat dal 24.02.2019. Vogliamo dare il nostro aiuto alle ricerche per noi Daniele non è solo un amico ma anche un fratello, una fonte di ispirazione per la sua determinazione, semplicità e soprattutto AMORE PER LA VITA. Vogliamo ricambiarlo con un piccolo gesto e non lasciare nulla di intentato perché Tom e Daniele tornino a casa.

Tutte le donazioni verranno utilizzate per dare un supporto concreto per ritrovare tutte e due gli alpinisti. Le somme non utilizzate per tale scopo verranno devolute alle scuole del Pakistan per garantire ai ragazzi il diritto allo studio, come Daniele ha fatto e fa in ogni sua spedizione come Ambasciatore dei Diritti Umani.

Qui gli aggiornamenti sulle operazioni di soccorso: Daniele's Facebook page.

Grazie!