Domenico Capitani sarà processato per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso ideologico in atto pubblico, la prima udienza si terrà il prossimo 3 luglio davanti al giudice Fosso. La decisione del rinvio a giudizio è arrivata ieri. Il noto imprenditore e con un passato da esponente politico di Cisterna (difeso dagli avvocati Maria Antonietta Cestra e Angelo Fiore), è accusato di aver truffato la Comunità Europea e aver ricevuto per tramite della azienda di cui era amministratore e del consorzio di produttori di kiwi di cui era presidente, rimborsi spese a cui non aveva diritto. La cifra contestata è di poco inferiore ai 72mila euro.