Ieri, al termine di un'attività di indagine scaturita da quattro distinte querele per "atti persecutori" sporte da un 84 enne di Minturno, veniva data esecuzione, alla misura del divieto di dimora nel comune di Gaeta emessa dal Tribunale di Cassino, che ha concordato le risultanze investigative dell'Arma, nei confronti di un 22enne e di un 53enne di Formia. Al termine degli accertamenti svolti, veniva dimostrato come i predetti, con più condotte vessatorie, danneggiavano ripetutamente le proprietà dell'anziano provocandogli numerosi danni a colture, attrezzature e impianti agricoli ed ingenerando nella vittima un costante stato d'ansia che ha portato lo stesso a mutare le proprie condizioni di vita ed avere timore per la propria incolumità.