E' stata fissata per il prossimo 14 marzo l'udienza a Roma davanti ai giudici del Tribunale del Riesame per alcuni degli indagati dell'inchiesta San Valentino che aveva portato la Procura di Latina e la Squadra Mobile a chiudere il cerchio su una banda di ladri campani specializzata nei furti in villa e negli appartamenti. Sono 34 i colpi registrati in provincia di Latina il resto invece sono stati messi a segno sia in provincia di Roma che nelle Marche e in Abruzzo. Hanno presentato ricorso Giuseppe Rizzo, Pasquale Caiazza, Antonio Cigliano e poi Davide Mirra. In carcere era stato notificato il provvedimento anche a Salvatore Quindici di 44 anni, Antonio Bellobuono di 36 anni e poi la misura cautelare aveva coinvolto Maria Rosaria Autore di 57 anni, coinvolti già per il furto di via Palermo il 15 ottobre del 2017. Le misure restrittive hanno interessato anche Salvatore Pepe 46 anni, ritenuto il leader della banda e che ha partecipato - secondo l'accusa - a 38 furti. E poi Salvatore Merolla, Adele Iannuzzelli di 45 anni. Sono tutti della zona del rione Traiano. Le difese puntano ad attenuare le esigenze cautelari anche se il quadro probatorio sembra essere molto robusto