Tormenta il rivale in amore e taglieggia la responsabile della casa famiglia che lo ospita. È stato arrestato nella giornata di ieri, dagli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volante della Questura di Latina, Ahmed Hassan Abdelaty Mohamed Farrag, nato in Egitto il 5 gennaio 2000, poiché ritenuto responsabile di ripetuti atti persecutori e di numerosi episodi estorsivi ai danni della responsabile di una casa famiglia, nonché di violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Gli investigatori della Squadra Mobile, in collaborazione con i colleghi della Squadra Volante, dopo aver ricevuto in mattinata la denuncia di una responsabile di una casa famiglia, la quale riferiva di ripetuti atti persecutori e svariati episodi estorsivi compiuti ai suo danni da parte di un ospite egiziano, ha intrapreso una specifica attività investigativa volta al rintraccio dello straniero, che nel frattempo si era reso irreperibile.

Nel corso di tale ricerca, è giunta una richiesta al 113 da parte di un cittadino che richiedeva l'intervento della Polizia di Stato nei pressi delle Autolinee, dato che era stato prima deriso e poi aggredito da uno straniero, da lui conosciuto in quanto in passato aveva minacciato il figlio minorenne per una disputa amorosa. Il 19enne, infatti, era geloso della frequentazione da parte del ragazzo con una giovane musulmana.

Gli agenti intervenuti hanno appreso che lo straniero, come avvenuto già altre volte in passato quando incontrava il genitore del ragazzo o qualcuno dei suoi familiari, ha immediatamente assunto un atteggiamento arrogante e provocatorio, irridendolo e all'ennesima richiesta circa i motivi di tale atteggiamento, lo straniero ha prima colpito la vittima, per poi dileguarsi a piedi nelle vie circostanti.

Le ricerche del personale della Squadra Volante e degli investigatori della Squadra Mobile hanno consentito di rintracciare lo straniero in via Romagnoli, dove aveva tentato di nascondersi e, con grandissimo stupore, è stato accertato trattarsi della medesima persona. Nella circostanza lo straniero ha anche aggredito un agente.

Alla luce dei fatti descritti, lo straniero è stato tratto in arresto e associato presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione della Competente A.G..