Sono stati denunciati a piede libero due minorenni responsabili di tentata estorsione in concorso a Formia. Le denunce arrivano dalla Questura di Latina, che nell'ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona, nella serata di ieri hanno proceduto al deferimento in stato di libertà dei due.
I ragazzi, dopo aver sottratto con un raggiro il telefono cellulare di una ragazza minorenne che si trovava in compagnia di alcune amiche alla Villa Comunale di Formia, prendevano contatti telefonici con la madre affinché consegnasse la somma di 300 euro per rientrare in possesso del bene asportato, concordando il luogo dell'appuntamento.
Gli investigatori del Commissariato di Formia, acquisita la denuncia, hanno predisposto un mirato servizio di appostamento presso il luogo dell'appuntamento dove si sarebbe dovuto svolgere lo scambio, non perdendo mai di vista la donna in attesa del contatto.
Mentre i due giovani consegnavano il cellulare, restando in procinto di ricevere il denaro, gli agenti sono intervenuti tempestivamente, bloccando in flagranza di reato i due ragazzi, i quali erano sprovvisti di documenti di identificazione. I giovani sono stati accompagnati presso gli uffici del Commissariato di Formia e, ultimati gli adempimenti di rito, affidati agli esercenti la potestà genitoriale, non prima di essere edotti del loro deferimento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma.