È tornato in libertà l'uomo di 48 anni,  arrestato giovedì pomeriggio, in flagranza di reato con l'accusa di spaccio, dai carabinieri della Compagnia di Latina Nel corso del processo celebrato ieri mattina con rito direttissimo, il giudice monocratico del Tribunale di Latina dopo avere convalidato l'arresto ha concesso i termini a difesa e ha rinviato l'udienza rimettendo in libertà lo spacciatore. L'operazione dei carabinieri della Sezione operativa, diretti dal sottotenente Antonio Calabresi, era scattata nel corso di una serie di attività info investigativa. Dopo avere maturato una serie di sospetti sul 48enne, hanno controllato i suoi movimenti: nel corso di un appostamento lo hanno sorpreso mentre consegnava qualcosa a un suo conoscente. A quel punto gli investigatori hanno bloccato i due e scoperto che il sospettato aveva consegnato una dose di cocaina da poco più di un grammo a un romeno di 36 anni, contestualmente segnalato all'autorità amministrativa. La successiva perquisizione in casa del pusher aveva permesso ai carabinieri di trovare stupefacenti che confermano l'attività illecita dell'arrestato: un altro grammo di cocaina, una piccola dose di eroina da 0,13 grammi e altri 24 grammi di marijuana oltre a materiale utile al confezionamento delle dosi