I carabinieri della tenenza di Gaeta hanno dato  esecuzione ieri  all'ordinanza di sostituzione della misura cautelare personale con altra più grave, emessa dal tribunale di Cassino, nei confronti di un 22enne e di un 43enne entrambi di Formia, per il reato di atti persecutori. Il  giudice ha infatti condiviso le risultanze investigative condotte dai carabinieri di Gaeta, dalle quali sono emerse le reiterate violazioni commesse alla misura precedentemente irrogata del divieto di dimora nel comune di Gaeta, irrogava la misura più grave dell'obbligo di dimora nel comune di Formia con permanenza presso l'abitazione dalle ore 21 alle ore 07 del giorno successivo.