I contenitori per effettuare in maniera corretta la raccolta differenziata gli erano stati consegnati. Eppure un uomo di Monte San Biagio è stato "pizzicato" dalla polizia municipale e sanzionato per aver gettato dei rifiuti non differenziati. I fatti risalgono a fine novembre dello scorso anno e in questi giorni nei confronti dell'uomo è scattata l'ordinanza con cui il Comune intima all'uomo di pagare il dovuto entro trenta giorni dalla notifica.
Come si legge nel provvedimento amministrativo, lo stesso è stato ritenuto responsabile dell'abbandono di rifiuti in via Castello. Rifiuti che per giunta non erano stati neppure differenziati «nonostante lo stesso - cioè il responsabile dell'illecito amministrativo - sia stato fornito degli appositi contenitori per differenziare i rifiuti ed il manuale d'istruzioni che spiega come differenziare e i giorni prestabiliti per gettare i rifiuti».
Risaliti al trasgressore, nei confronti dello stesso è quindi scattata la sanzione amministrativa, che può andare da 25 a 500 euro. La multa elevata è stata di 50 euro. Trascorso inutilmente il termine per presentare ricorso o esibire il pagamento delle somme dovute, ora è scattata l'ordinanza e la cifra complessiva è lievitata a 100 euro. Da pagare entro trenta giorni.