Sette chili e mezzo di cocaina nascosti sotto il sedile dell'auto all'interno di un doppio fondo apribile con un marchingegno particolare.

Era il 2 dicembre del 2018 quando gli agenti della squadra mobile e della polizia stradale di Frosinone arrestavano un 29enne residente a Nettuno, ma da qualche tempo domiciliato a Frosinone.

Venerdì l'uomo, davanti al gup del tribunale di Frosinone Antonello Bracaglia Morante, ha deciso di patteggiare. I suoi legali hanno fatto leva sulla sentenza della Corte costituzionale che abbassa il minimo della pena per il reato di spaccio. Così l'uomo si è visto infliggere una pena di tre anni e quattro mesi di reclusione.