L'appuntamento è per domani mattina nell'auditorium della Banca popolare di Fondi e l'obiettivo è quello di portare ancora una volta l'attenzione sulla violenza di genere. Gli istituti superiori della città parteciperanno a "D'Amore non si muore", un evento organizzato dal Comune, dal Nucleo bullismo e cyberbullismo, del Cts, associazione Forma Mentis, col patrocinio di Opes Latina, la presidenza del Consiglio della Regione, Garante dell'Infanzia e adolescenza, Bpf. Apriranno i lavori il direttore generale della banca e il sindaco Salvatore De Meo. Saranno presenti il prefetto Maria Rosa Trio, il questore di Latina Rosaria Amato, il Garante dell'Infanzia Jacopo Marzetti e poi la dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo "Frezzotti Corradini" e Referente CTS Latina Roberta Venditti, il Presidente dell'Associazione "Forma Mentis" Clarita Pucci, il Funzionario P.O., Responsabile Sportello Istituzionale di Ascolto Minori e Famiglia di Latina Garante Infanzia e Adolescenza della Regione Lazio, Criminologa e Criminalista Linguistica Forense Monica Sansoni. Dopo la proiezione di "Vacanze separate", cortometraggio di Gabriele Brocani, interverranno Alessia Micoli, psicologa forense e criminologa; a seguire letture di Silvia Tagliavento e Andrea Rega, interventi dell'associazione antiviolenza "Voci nel silenzio" di Maria Teresa Conte, Annibale Grasso, speaker radiofonico, Maria Rosaria Sasso, mediatrice famigliare, Loredana Massimi, trainer e coach. La manifestazione, moderata da Monica Sansoni, si concluderà con una dimostrazione di difesa personale a cura del maestro Elio Paparello, campione mondiale Judo categoria Master.