Il corpo senza vita di un uomo, indiano di 32 anni, è stato trovato nella tarda mattinata di oggi alle spalle del campo sportivo della Samagor, tra via Oslavia e via Tagliamento nel centro di Latina. La scoperta è avvenuta in maniera fortuita, mentre una donna che abita lì vicino portava a spasso il cane: è stato proprio l'animale a fiutare qualcosa tra l'erba, poi la padrona si è accorta che si trattava di un corpo esanime. A quel punto è scattato l'allarme ai soccorritori, ma per la vittima non c'è stato nulla da fare, il decesso risaliva a diverse ore prima.
Per gli accertamenti del caso sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante e gli investigatori della Squadra Mobile. L'ipotesi piu accreditata è l'overdose, perché nei pressi del cadavere è stata trovata e sequestrata una siringa usata, oltretutto quel luogo è spesso meta di tossicodipendenti, a poca distanza dalle piazze di spaccio del Nicolosi. Sarà tuttavia l'esame medico legale a fugare ogni dubbio sul decesso, mentre gli specialisti della polizia scientifica hanno identificato la vittima attraverso le impronte digitali.
Nel caso di overdose i riscontri medici serviranno a stabilire anche la natura della sostanza che avrebbe ucciso il 32enne, alla luce anche del fatto che si tratterebbe già del secondo decesso di questo tipo nel giro di una settimana. Giusto domenica scorsa il cadavere di un indiano era stato trovato, in circostanze analoghe, all'interno dell'ex Svar in via Romagnoli.