Il Comune di Ponza è stato condannato a pagare circa centomila euro per il servizio di collegamento veloce Formia-Ponza svolto dalla Caremar, la compagnia di navigazione che gestiva il servizio prima della Laziomar. La sentenza è stata pronunciata dalla quarta sezione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania. Nell'odierno ricorso, proposto da Campania Regionale Marittima (Ca.re.mar.) s.p.A, contro il Comune di Ponza, si è discusso per l'ottemperanza al decreto ingiuntivo del 2007, diventato esecutivo in data nel 2008, con il quale si richiedeva al Comune di Ponza il pagamento del servizio di collegamento veloce Ponza/Formia (e vicevera) effettuato dalla Caremar, per un importo complessivo di euro 99.400 euro (oltre interessi moratori maturati come richiesti e concessi nel decreto ingiuntivo nonché di quelli successivamente maturati e sino ad oggi, oltre alle spese della procedura monitoria).