E' stato rinviato a giudizio per una falsa perizia. E' quello che ha deciso ieri il giudice del Tribunale di Latina Giorgia Castriota nei confronti di un ingegnere, consulente nominato da un giudice nell'ambito di una procedura esecutiva immobiliare accusato di aver prodotto per la stima di alcuni beni che secondo quanto contestato dagli inquirenti in una consulenza tecnica depositata lo scorso 10 febbraio e poi il 25 giugno 2014 avrebbe - in base a quanto contestato dalla Procura e dal pm Luigia Spinelli che aveva aperto un fascicolo nel 2017. «In qualità di ingegnere nominato quale perito dal giudice dell'esecuzione nella procedura esecutiva immobiliare che risale al 2011 ai fini della determinazione del valore degli immobili pignorati in un procedimento, nelle relazioni di consulenza tecnica estimativa aveva cambiato il valore della perizia.  Il professionista - secondo il teorema accusatorio- aveva attestato falsamente che il valore del lotto oggetto di una vendita fosse di 2 milioni 640mila euro, mentre sarebbe stato di 3 milioni 800mila euro. Il fascicolo era stato aperto dopo la denuncia presentata dalle parti offese e cioè dal legale e da un rappresentante della società New Global Invest.