Fiamme e un denso fumo nero hanno accompagnato la conclusione del 25 aprile di Roccagorga. In località Prati, nell'area a ridosso di via Fornoli/Boschetto, infatti, nel tardo pomeriggio di giovedì si è sviluppato un grosso incendio che ha mandato in cenere una casetta per attrezzi di proprietà di un 78enne del posto. Il rogo è partito intorno alle 18.30, alimentato dal materiale che si trovava all'interno della baracca utilizzata per contenere attrezzi agricoli e con molta probabilità erano presenti diversi pneumatici, che hanno reso nerissimo il fumo prodotto dalla combustione, visto a centinaia di metri di distanza. Le prime segnalazioni, indirizzate alla polizia locale e al Corpo di protezione civile di Roccagorga, sono arrivate dai residenti della popolosa area a ridosso del centro del paese, ma dallo stesso centro storico il fumo era visibile e i cittadini lo hanno comunicato agli organi competenti. Sul posto si sono recati immediatamente i carabinieri della locale caserma e una squadra di vigili del fuoco proveniente da Latina, che al loro arrivo hanno potuto constatare come della casetta per attrezzi rimanesse ben poco, letteralmente divorata dal fuoco. Immediata è scattata l'operazione di spegnimento e la successiva verifica su quel che restava della struttura, mentre nell'area circostante l'odoro acre di fumo la faceva da padrone. Contattato anche il proprietario del terreno sul quale insiste il manufatto, che dovrà rispondere agli inquirenti rispetto a quanto contenuto al suo interno e cercare di spiegare come sia stato possibile innescare un incendio di così vaste proporzioni. Sarà compito dei carabinieri risalire alle cause.