Arrestata per violenze sulla propria madre e della sorella. E' accaduto a Cisterna, dove i carabinieri, a seguito di lunghe e delicate indagini, hanno accertato i comportamenti violenti di J.C., classe 1997, nata a Cori e residente a Cisterna. La donna è stata denunciata dalla madre, ormai  letteralmente esasperata dai comportamenti della figlia. Ne emergeva un quadro caratterizzato da violenze fisiche e psicologiche, reiterate ed inflitte con un odio irriducibile. Comportamenti tenuti nei confronti della madre e della sorella minore, consistenti in schiaffi ,pugni causanti fratture zigomatiche ,insulti ma anche nel minare scientificamente la considerazione sociale ed in ambito lavorativo della madre intervenendo in detti contesti con comportamenti "da indemoniata "
Testimonianze, riscontri telefonici e referti medici posti a supporto dell'attivita' di indagine hanno portato il g.i.p di Latina ad emettere la misura restrittiva da scontare in detenzione presso una casa di cura specializzata nel basso pontino, evidenziandosi comunque un disturbo della personalità, non conciliabile con il regime carcerario. La giovane già  da minorenne era stata arrestata e condannata per analoghi comportamenti e su di lei grava la recidività.