Ha scelto di essere processato con il rito abbreviato, un giudizio previsto dal codice che permette la riduzione di un terzo della pena. Ieri davanti al giudice Giuseppe Cario era in programma il processo nei confronti di Andrea Petkov, 43 anni residente a Latina, arrestato lo scorso gennaio perché ritenuto di essere il presunto responsabile di uno scippo nei confronti di una anziana. L'episodio era avvenuto in via Isonzo davanti allo sguardo di diverse persone e l'imputato era stato arrestato. Petkov, difeso dall'avvocato Ilaria Cavallin ieri mattina ha chiesto di percorrere questa strada processuale e alla fine il processo è stato rinviato al prossimo 15 luglio.
Nel corso dell'interrogatorio di convalida davanti al magistrato, Petkov si era avvalso della facoltà di non rispondere e al termine dell'audizione il giudice aveva convalidato l'arresto emettendo una ordinanza di custodia cautelare per l'episodio avvenuto sul marciapiede tra via Gaeta e via Isonzo e che aveva visto come vittima una donna di 77 anni. L'episodio era avvenuto a poca distanza da dove abita l'indagato che si era nascosto in una cantina cercando di non essere arrestato. Erano stati gli investigatori della Squadra Volante, coordinati dal vicequestore aggiunto Celestino Frezza, a bloccare dopo un intervento immediato e dopo che avevano raccolto una sommaria descrizione dell'autore dello scippo. La vittima dello scippo, aveva fatto ricorso anche alle cure dello staff sanitario del Santa Maria Goretti di Latina a causa delle ferite riportate.