Un istituto di credito dovrà versare sui conti correnti di una donna di Nettuno 43.420 euro, una somma cui andranno sommati interessi e rivalutazioni, oltre alla rifusione delle spese legali. Il motivo: su un mutuo erano stati applicati dei tassi ritenuti usurari ed erano stati richiesti alla donna altri soldi per alcuni ratei ancora da versare, con un atto di precetto che è poi apparso indeterminato ed è quindi stato annullato.

È questo, in estrema sintesi, il contenuto di una sentenza, già esecutiva e motivata, pronunciata dal giudice...