Nel pomeriggio di ieri, personale della polizia locale di Cisterna è intervenuto in Via Eschido, al confine con il Comune di Sermoneta, per procedere ai rilievi di un sinistro stradale che vedeva coinvolto un veicolo Ford Fiesta finito fuori strada. Alla guida dell'auto una donna (S.P., classe 1964) che è entrata in collisione con una struttura per la vendita di frutta e verdura causando ingenti danni alla stessa.

Sottoposta agli accertamenti, la conducente presentava un tasso alcolemico di 0,69 gr/litro, superiore al limite di legge di 0,5 gr/litro. Alla donna quindi veniva contestata la sanzione amministrativa di 1.088 euro, aggravata proprio dalla circostanza che aveva causato un sinistro stradale. Oltre alla sanzione pecuniaria, la violazione prevede la decurtazione di 10 punti dalla patente e la sospensione della stessa per un periodo da 6 a 12 mesi che sarà determinato dal Prefetto di Latina al quale è stata trasmessa la patente ritirata dalla Polizia Locale. Nonostante i danni materiali, per fortuna stavolta non ci sono stati feriti. 

"L'aumento del numero dei sinistri stradali legati alla guida alterata dall'uso di sostanze alcooliche e stupefacenti è un dato preoccupante. In ogni sinistro stradale - afferma il Comandante Raoul De Michelis - i conducenti verranno sottoposti a specifici accertamenti al fine di determinare l'eventuale assunzione di sostanze alcooliche e stupefacenti". Le sanzioni per i trasgressori sono importanti: a seconda del tasso alcolemico e delle circostanze dell'accertamento vanno da 544,00 euro fino alla denuncia penale, sospensione della patente fino a 2 anni o la revoca della stessa nei casi di omicidio stradale.